Home » Strumenti musicali » Come suonare l’armonica
Come suonare l'armonica

Come suonare l’armonica

Contenuto dell'articolo

Stai cercando di imparare come suonare l’armonica? In questo articolo troverai qualche utile consiglio per il tuo primo approccio con lo strumento. Nonostante le apparenze, l’armonia è semplice da imparare e ci si può divertire sin dalle prime ore di pratica. Ecco quindi come suonare l’armonica.

Come suonare l’armonica: quale comprare

Per prima cosa, scegli lo strumento adatto. Esistono diversi tipi di armonica che hanno anche costi differenti. Inizia da una armonica diatonica o cromatica: vanno bene per la maggior parte delle musiche popolari, dal blues al folk.

L’armonica diatonica è il tipo di armonica probabilmente più diffusa al mondo, ed anche quella dal prezzo più contenuto. La tonalità è unica e non può essere modificata, tuttavia ha il vantaggio di essere già accordata: può suonare una scala per intero. L’armonica diatonica può essere blues (la più comune), tremolo (diffusa in Asia) e ad ottave.

L’armonica cromatica si differenzia dalla prima perché ha un meccanismo che controlla quali fori generano in quel momento il suono. Le armoniche cromatiche a fori base, possono suonare solo una scala intera (come l’armonica diatonica) mentre quelle con 12/16 buchi possono variare su tutte le tonalità. Questo tipo di armonica ha un costo molto più alto: uno strumento di qualità prodotto da un’azienda importante, può avere un prezzo di qualche centinaia di euro. Le armoniche cromatiche con più di 12 fori sono quelle predilette dagli amanti del jazz.

Come suonare l’armonica: le ance

  • L’armonica è uno strumento cosiddetto ad ance, realizzate in ottone, che vibrano quando passa l’aria (immessa o aspirata) che produce le note. Il corpo dell’armonica è di solito realizzato in metallo o plastica.
  • Le ance producono note differenti a seconda che l’aria venga soffiata o aspirata: un’armonica diatonica in Do, genera un accordo di Do soffiando, e uno di Sol aspirando.
  • Le ance si logorano con l’utilizzo e sono delicate: l’intonazione dipende dal loro stato di manutenzione, quindi l’armonica va sempre utilizzata con cura.

Come suonare l’armonica: leggere gli spartiti

Gli spartiti per armonica sono talvolta scritti sotto forma di “tablature“, come accade per molti canzonieri da chitarra. La tablatura è più facile da leggere rispetto ad uno spartito con pentagramma ed indica i fori da chiudere e il respiro da mantenere.

La freccia in alto indica che la nota va soffiata; se rivolta in basso invece, bisogna inspirare. La maggior parte dei fori produce delle note vicine in scala: questo significa che per suonare prima un Do e poi un successivo Re, basta soffiare nel foro giusto e inspirare senza cambiare apertura.

Ogni buco è riconoscibile dal numero: la nota più bassa è la numero 1 e si trova a sinistra; può essere soffiata o aspirata, secondo il senso della freccia.

Come produrre le note: il soffio e l’inspirazione

Per provare la tua prima nota, scegli un foro e soffiaci dentro delicatamente: siccome sono posizionati in maniera armonica, se con il soffio ne includi tre, genererai un accordo. Per controllare il numero di buchi, utilizza le labbra. La lingua servirà per bloccare i fori quando avrai bisogno di un controllo maggiore. Cerca di ripetere le stesse posizioni una volta soffiando, una volta aspirando e ascolta cosa cambia. Divertiti a passare da un gruppo di fori all’altro per sentire le varie tonalità: solo con tanta pratica capirai come suonare l’armonica!

Leggi anche

Un corso di musica: libera la tua vena artistica e rilassati

Avere un nonno o un genitore che sanno suonare uno strumento musicale significa che in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *